cucina

Fucibo lancia le prime patatine made in Italy a base di insetti commestibili

fucibo-lancia-le-prime-patatine-made-in-italy-a-base-di-insetti-commestibili
chips con farine insetti

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 05/04/2022

Provereste le patatine a base di farina d’insetti? Se la risposta è sì, allora siete pronti per assaggiare le chips di Fucibo, i primi prodotti italiani preparati con farine di insetti commestibili autorizzate dalla Comunità Europea. 

Ovviamente con una forma e un gusto appetibile, lontano anni luce da tutto ciò che la nostra mente potrebbe a prima vista associare  al mondo degli insetti.

Snack di mais

Per lanciare le sue chips, che hanno meno grassi e più proteine di quelle tradizionali, Fucibo si è dichiaratamente ispirata a prodotti ben riconoscibili dai consumatori. Il risultato? Si tratta di uno snack di mais cotto al forno e aromatizzato alla pizza o al formaggio.

chips-con-farine-insetti

Insomma qualcosa che tutti siamo abituati a vedere fin da bambini, le classiche patatine rotonde che una volta iniziate vanno finite (con tanto di leccata di dita, direbbe qualcuno).

Fonte di proteine complete

Uno snack pensato per il tempo libero e i momenti conviviali, ma con una connotazione anche salutare perché gli insetti, fa sapere l’azienda, sono una fonte di proteine complete, ferro, vitamine.

E sono anche particolarmente sostenibili: la loro produzione, infatti, richiede meno acqua, meno cibo e meno suolo rispetto agli allevamenti tradizionali, soprattutto quelli bovini. E le emissioni di gas serra sono drasticamente ridotte.

“Il settore dei prodotti a base di farine di insetti farà passi da gigante nei prossimi anni e noi siamo pronti – assicura Davide Rossi, co-founder di Fucibo -. Nel 2022 usciremo con altri prodotti come la pasta, i biscotti e i crackers, per poi dedicarci allo sviluppo di altre idee a cui stiamo lavorando. Siamo convinti che il made-in-Italy sarà per noi un vantaggio importante nei mercati esteri, dove già l’apprezzamento per l’agroalimentare italiano è vivissimo”.

Condividi L’Articolo

L’Autore

Schermata 2020 06 15 alle 19.35.55

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici

Leave a Reply