ATTUALITA'

Will Smith bandito per 10 anni dagli Oscar, la punizione per l’attore dopo lo schiaffo a Chris Rock

will-smith-bandito-per-10-anni-dagli-oscar,-la-punizione-per-l’attore-dopo-lo-schiaffo-a-chris-rock

L’attesa decisione è arrivata. Will Smith potrà conservare il premio Oscar vinto per la sua interpretazione di Richard Williams nell’acclamato biopic “Una famiglia vincente – King Richard”, ma non potrà più partecipare alle cerimonia degli Oscar per i prossimi 10 anni.

La decisione è stata presa oggi dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che ha dunque deciso di sanzionare l’attore per aver schiaffeggiato durante la cerimonia il comico Chris Rock, colpevole di aver riferito sul palco una battuta sulla moglie di Smith, Jada Pinkett, ironizzando sulla sua testa rasata a causa dell’alopecia.

La decisione è arrivata dopo una riunione del Consiglio dei governatori dell’Academy per discutere una reazione alle azioni di Smith. Ad annunciare la sanzione del Board è stato il presidente David Rubin e la Ceo Dawn Hudson.

L’Academy si è scusata per non aver gestito subito la situazione e aver permesso a Smith di rimanere e ritirare il premio come miglior attore.”Durante la nostra trasmissione televisiva, non abbiamo affrontato adeguatamente la situazione. Per questo, ci dispiace“, ha detto l’Academy. “Questa è stata un’opportunità per noi di dare l’esempio ai nostri ospiti, agli spettatori e alla nostra famiglia dell’Academy in tutto il mondo, e non siamo stati all’altezza, impreparati a un evento senza precedenti“, è il ‘messaggio’.

L’Academy in una dichiarazione le aveva definite “inaccettabili e dannose“, mentre Smith nei giorni scorsi si era già dimesso preventivamente dall’Academy e aveva detto che avrebbe accettato qualsiasi punizione.

A stretto giro è arrivata anche una dichiarazione ufficiale di Smith, che ha spiegato di “accettare e rispettare” la decisione dell’Academy.

L’articolo Will Smith bandito per 10 anni dagli Oscar, la punizione per l’attore dopo lo schiaffo a Chris Rock proviene da Il Riformista.

Leave a Reply