Turismo

Louvre di Parigi: le migliori opere d’arte da vedere

louvre-di-parigi:-le-migliori-opere-d’arte-da-vedere

Con 35.000 oggetti esposti in più di 60.000 metri quadrati, una top 10 definitiva del museo più popolare del mondo, il Louvre, sembra una follia. Consideratela una guida ai pezzi più popolari e perfetti dello stabilimento parigino. In alternativa, se avete ulteriore tempo a disposizione, potete dare un’occhiata anche ad altri musei.

Michelangelo Merisi da Caravaggio – Morte della Vergine, 1605-6 circa

Caravaggio era il pittore raconteur e rivoluzionario del suo tempo, e nella Morte della Vergine possiamo capire perché. Dove i suoi contemporanei lavoravano per rappresentare i santi come ideali irraggiungibili, i santi di Caravaggio sono dotati delle agonie e della bruttezza della realtà. In questa particolare opera, le emozioni umane universali di dolore e disperazione sono esposte a noi. Quest’arte presenta anche la sua pittura più sensuale di tessuto, con i drappi rossi che occupano un terzo della tela.

Jacques-Louis David – La consacrazione dell’imperatore Napoleone e l’incoronazione dell’imperatrice Joséphine il 2 dicembre 1804, 1806

Dopo aver lavorato come “artista ufficiale” della Rivoluzione francese e averci lasciato una serie di tele epiche che coloreranno per sempre le interpretazioni di quegli eventi, Jacques-Louis David divenne pittore di corte del Secondo Impero francese sotto Napoleone. In questo ruolo, dipinse lo studio dettagliato di questo imperatore.

Per coloro che vengono al Louvre e desiderano capire di più sulla storia francese, questa è una visione essenziale. L’immobilità e il fasto dell’immagine di Napoleone è emblematico di quanto la Francia sia cambiata dal disegno di David.

Eugène Delacroix – La libertà che guida il popolo, 1830

Questo è uno dei dipinti del Louvre così famoso che ha preso una vita propria, la Libertà che guida il popolo ha ispirato tutto, dalla Statua della Libertà, Les Misérables alla copertina dell’album Viva La Vida dei Coldplay. Questa eredità, piuttosto che diminuire l’impatto dell’originale, lo rende ancora più ipnotizzante.

louvre opere

Anthony van Dyck – Carlo I d’Inghilterra, 1635 circa

Tra le sale consacrate del Louvre troverete molte rappresentazioni di grandi uomini, centinaia di raffigurazioni di re, regine, imperatori e divinità. Tra questi, uno dei più grandi è il ritratto di van Dyck dello sfortunato Carlo I d’Inghilterra. In quest’opera, van Dyck tempera la malinconia di molti dei suoi migliori lavori per ritrarre un monarca di equilibrio e autorità indiscutibili.

Théodore Géricault – La zattera della Medusa, 1818-9

Questo dipinto di un naufragio ha ironicamente lanciato un’ondata di lavoro nel Romanticismo francese. Anche se è stato visto da molti in innumerevoli libri di storia dell’arte, una visita all’originale al Louvre è un must. Entrare nella stanza in cui è appeso significa essere bombardati dal quadro (che misura 5 metri per 7 metri) e confrontarsi con la sua convincente rappresentazione della vera ferocia dell’uomo sotto pressione.

Jean Auguste Ingres – La bagnante di Valpinçon, 1808

Questo nudo femminile ridefinisce la forma. Il suo pittore, Ingres, divenne noto per la sua maestria nella rappresentazione della carne. La bagnante di Valpinçon ha influenzato tutti coloro che si interessano al corpo umano, da Lucian Freud a Man Ray, la cui famosa fotografia di una donna con buchi di violino disegnati sulla schiena è intitolata “Violon d’Ingres”.

louvre opere migliori

Leonardo da Vinci – Monna Lisa, 1503-6 circa

Anche se dovrete combattere attraverso un esercito di selfie stick per riuscire anche solo a intravederla, chi potrebbe concepire di visitare il Louvre senza vedere il quadro più famoso del mondo? Sono state scritte migliaia di pagine su ogni dettaglio dell’inafferrabile personaggio, e la tecnica di Leonardo è stata analizzata con più attenzione di qualsiasi altro artista. Eppure, il dipinto riesce ancora a mantenere la sua aura. È quasi impossibile che una piccola opera sia all’altezza di tanto clamore, ma se c’è un dipinto che può farcela, è proprio questo.

Alexandros di Antiochia, Afrodite di Milo, 130-100 a.C. circa

La seconda opera più visitata del Louvre dopo la Gioconda, l’Afrodite di Milo (meglio conosciuta come la Venere di Milo) è rimasta sfuggente come quel dipinto del 16° secolo. Anche se sono stati fatti sviluppi recenti, molto della statua è rimasto un mistero per molti anni. Il più famoso: dove si trovano le braccia originariamente attaccate alla statua? Qualunque siano le risposte alle domande che la circondano, quello di cui possiamo essere sicuri è che la Venere di Milo rimarrà uno dei più grandi esempi di grazia femminile che si trovano nel canone dell’arte occidentale.

louvre opere più belle

Leave a Reply