Business

L’economia AI degli Emirati Arabi Uniti apre opportunità per un’ulteriore collaborazione con gli Stati Uniti: funzionario del Dipartimento di Stato

l’economia-ai-degli-emirati-arabi-uniti-apre-opportunita-per-un’ulteriore-collaborazione-con-gli-stati-uniti:-funzionario-del-dipartimento-di-stato

DUBAI, 25 ottobre 2021 (WAM) – Gli Emirati Arabi Uniti che si muovono verso un’economia di intelligenza artificiale offrono maggiori opportunità agli Stati Uniti di rafforzare le relazioni bilaterali esistenti, ha detto un alto funzionario degli Stati Uniti all’Agenzia di stampa degli Emirati (WAM).

“Penso che tutte queste tecnologie emergenti ci diano l’opportunità [per gli Stati Uniti e gli Emirati Arabi Uniti] di rafforzare le relazioni bilaterali. L’IA è un’area in cui gli Stati Uniti sono leader e aiuta sia gli investimenti che le innovazioni a emergere. Il posizionamento degli Emirati Arabi Uniti come economia AI ci offre ancora un’altra opportunità per rafforzare tale relazione”, ha affermato Thomas Debass, amministratore delegato dell’Ufficio di partenariato globale presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

“C’è molto che possiamo contribuire [all’economia AI degli Emirati Arabi Uniti] in termini di esperienze e investimenti, ma c’è anche molto che possiamo imparare”, ha aggiunto il funzionario responsabile del coordinamento degli sforzi di coinvolgimento del settore privato del Dipartimento e della fornitura di leadership di pensiero sulle partnership relative alla crescita economica, alla finanza globale, all’imprenditorialità e all’innovazione.

Debbas ha sottolineato che la Casa Bianca ha lanciato l’Iniziativa nazionale per l’IA mettendo insieme una legislazione sulla governance dell’AI.

L’intelligenza artificiale è così potente e la sua governance deve essere eseguita con attenzione e trasparenza dal punto di vista della privacy dei dati e dell’umanità, ha sottolineato.

“Penso che da ciò possa emergere molta cooperazione internazionale. Gli Emirati Arabi Uniti si prestano ad essere leader in quello spazio. Siamo già leader. Come formiamo una collaborazione per assicurarci che la prossima generazione di IA venga a servire l’umanità e a farci prosperare meglio e ad affrontare le sfide che dobbiamo affrontare come COVID-19, i cambiamenti climatici e altri”, ha continuato il funzionario.

L’intelligenza artificiale ha contribuito notevolmente ad affrontare il COVID-19 con la rapida ricerca sui vaccini e il suo utilizzo per la tracciabilità dei contratti, l’istruzione e la salute pubblica, ha affermato Debbas. “Abbiamo già visto la sua promessa. La domanda ora è… in che modo l’intelligenza artificiale ci aiuta a creare efficienza dal punto di vista del cambiamento climatico, nella creazione di tecnologie tecnologiche, gestione dell’energia e tutti quei tipi di cose?”

Il funzionario statunitense ha sottolineato che ora l’implementazione dell’IA deve essere aumentata. “Penso che l’IA avrà bisogno di una piattaforma per espandersi e penso che sia lì che vedo l’opportunità di collaborazione tra Stati Uniti ed Emirati Arabi Uniti”, ha detto il funzionario al Padiglione degli Stati Uniti all’Expo 2020 di Dubai.

Il Padiglione degli Stati Uniti ha catturato lo spirito della diversità, della prosperità, delle innovazioni e delle promesse americane per il futuro. “L’Expo ti dà l’opportunità di vedere cosa sono questi paesi, in particolare il legame comune che abbiamo nella prospettiva dell’umanità. Ma è qualcosa di meraviglioso Tiene regolarmente conferenze e parla dell’intersezione tra politica, affari e società. Prima di entrare al Dipartimento di Stato, è stato Lead Economist/Vice Direttore presso l’Ufficio per la politica degli investimenti presso la Corporazione finanziaria per lo sviluppo internazionale degli Stati Uniti (DFC). Ha anche lavorato come consulente tecnico senior presso l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID).

WAM / Ibrahim Shukralla Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302984789

Leave a Reply