Global

La storia di Nicola Laurenza, fondatore del brand Oro in Euro che sta riforestando il Madagascar

la-storia-di-nicola-laurenza,-fondatore-del-brand-oro-in-euro-che-sta-riforestando-il-madagascar

Il rispetto dellambiente, ora più che mai, è essenziale nei processi produttivi aziendali. Limpegno quotidiano di garantire unofferta ampia e di qualità, si fonde con lesigenza sempre maggiore di tutelare ciò che madre natura ha creato, per trasmettere non solo un valore aggiunto al prodotto, quanto un valore etico e morale fondato sulla cura e tutela di tutto ciò che ci circonda”. 

Queste le parole di Nicola Laurenza, fondatore di Oro in Euro, noto brand di gioielleria e compro oro che da 21 anni opera nel settore con impegno e passione. 

Nonostante lidea già radicata di ripensare la compravendita di gioielli in chiave ecosostenibile, il vero punto di svolta è stato segnato nel 2021, anno di nascita per molti progetti green che hanno portato Laurenza e il suo brand ad abbracciare una causa più grande: aiutare il nostro pianeta. 

Quella di Laurenza non è certo unimpresa facile, in quanto alcune pratiche quotidiane risultano eccessivamente radicate allinterno della vita dazienda e della vita di società perché meno dispendiose e sicuramente salva tempo. Malgrado ciò, a Laurenza non sono mai piaciute le imprese facili.

La nascita di Oro in Euro

Il sogno Oro in Euro nasce dalla mente di un giovane ragazzo 24enne di Cadrezzate, in provincia di Varese, che nella vita ha sempre dovuto fare tanto per avere altrettanto: dopo aver compiuto gli studi superiori a Gavirate inizia a lavorare e a destreggiarsi tra impieghi di vario tipo, umili, ma con un grande potenziale formativo. Nei primi mesi del 2001, nasce lintuizione che lo porterà alla realizzazione del suo brand, partendo da un obiettivo: voler portare sul mercato qualcosa fino a quel momento sconosciuto. A venire incontro a questa esigenza, si aggiunge anche la normativa oro italiana degli inizi del 2000, che ne regolamenta la compravendita. 

Contro il parere di tutti, Laurenza inizia nel 2001 il tortuoso cammino verso la realizzazione del suo primo punto vendita italiano, costruito da zero grazie allaiuto del padre e ad una grande determinazione che lo contraddistingue tutt’oggi. 

Da compro oro puro, passò prima alla compravendita e successivamente (nel 2003) alla definizione del Franchising Oro in Euro, che oggi conta circa 90 punti vendita su tutto il territorio. La ricerca per la qualità del prodotto venduto è uno dei pilastri su cui si basa lintera famiglia Oro in Euro, unita allattenzione costante alle richieste dei clienti sia sotto un punto di vista merceologico, sia umano. 

LEGGI ANCHE: Questa startup italiana vuole ripulire il mare da 4 milioni di kg di rifiuti entro il 2025

La filosofia 

Due decenni di esperienza costellati da trionfi e ostacoli superati hanno segnato profondamente latteggiamento di Laurenza nei confronti dei personali obiettivi aziendali: il team diventa dunque un elemento indispensabile da tutelare, gli affluenti di un fiume che ne garantiscono vita e prosperità. Il termine “valore”, riportato anche nel payoff I tuoi valori valgono di più”, prende una piega non solo monetaria, ma anche etica e morale. Rispetto” diventa la parola chiave, un impegno che viene dimostrato non soltanto nel rapporto con staff e clienti, ma anche con lambiente circostante.

Le iniziative green

Lesperienza nel mondo della salvaguardia ambientale nasce con il progetto Riuso Prezioso, grazie a una giornata dedicata al Gioiello Rigenerato e ai processi produttivi che portano alla sua realizzazione. 

Il 18 ottobre 2021, presso il Laboratorio Orafo a Gallarate in Via Ronchetti 5b, Laurenza ha accompagnato 4 influencer green del territorio nel percorso di rigenerazione del gioiello usato, che tramite particolari procedure viene riportato allo splendore originale. Il Gioiello Rigenerato garantisce infatti un contributo alleconomia circolare, riduce gli scarti derivati dalla produzione di nuovi gioielli e consente lutilizzo di meccanismi poco inquinanti e fedeli allambiente. I preziosi vengono riparati, puliti e preparati da esperti orafi che selezionano i candidati migliori che possano offrire qualità e stabilità nel tempo. 

Recentemente lorizzonte green si è fatto ancora più vicino grazie alladesione a due proposte su larga scala che affermano ancora una volta la vicinanza del Ceo alla sostenibilità. 

Allinterno dei punti vendita Oro in Euro verranno utilizzati solamente packaging certificati Fsc (Forest Stewardship Council): la garanzia Fsc permette alle aziende di approvvigionarsi di legno proveniente da foreste nazionali e internazionali dirette secondo criteri sostenibili per la realizzazione di pacchetti e imballaggi eleganti ed ecofriendly. Questa scelta si traduce nel risparmio di materia prima e facilità di riciclo (grazie allutilizzo di materiale riciclato a sua volta), contribuendo alleconomia circolare.

LEGGI ANCHE: Dall’head of Esg al manager per la Co2: quali sono le nuove professioni della sostenibilità

La collaborazione con Treedom in Madagascar

Con Treedom Laurenza combatte lo sfruttamento ambientale e minorile nelle miniere di zaffiro in Madagascar, dimostrando un impegno che si sposta sempre di più sul sociale. 

La scelta del Madagascar come paese dinteresse è ponderata: in quanto categorizzato come paese del terzo mondo è più soggetto di altri al fenomeno della deforestazione a fini commerciali. Se attualmente il 20% della superficie del Madagascar è ricoperto da foreste, queste, difatti, ogni anno si riducono di circa 200mila ettari. 

Di conseguenza, l’obiettivo sostenuto da Treedom e sposato da Laurenza, consiste nella riforestazione delle aree diradate in Madagascar. La “Foresta Oro in Euro” conterà 200 alberi da frutto che verranno coltivati e venduti per favorire l’economia circolare dell’isola.

PrintReleaf

Non finisce con Treedom l’impegno di Laurenza nei confronti dell’isola del Madagascar. 

Oro in Euro ha da poco intrapreso un’ulteriore azione green che vede coinvolto il progetto PrintReleaf sostenuto in partenza dal fornitore impiegato nello smaltimento dei toner per stampanti utilizzati all’interno degli uffici e dei punti vendita. 

PrintReleaf consiste essenzialmente in un collegamento diretto tra stampanti e dispositivi che misurano il consumo di carta giornaliero: per neutralizzare lo spreco di carta ogni 8333 fogli stampati verrà piantato un albero in un paese a scelta, il Madagascar in questo caso, per favorirne la riforestazione. 

La scelta di sostenere nuovamente la causa del Madagascar è stata messa in atto per coerenza e per l’importanza che le conseguenze dovute ad un cambiamento radicale nell’isola avrebbero per gli abitanti, in particolare per i minori sfruttati per i lavori in miniera, e per la flora presente. 

I nostri sono piccoli passi verso un futuro migliore. Questi progetti, insieme a tanti altri che sosterremo nel tempo, sono solo il punto di partenza per raggiungere un obiettivo che si spera possa coinvolgere mano a mano tante altre realtà come la nostra, locali e italiane. Non possiamo e non vogliamo rimanere indifferenti, perché il lavoro del singolo, seppur discreto, può dare un grande contributo alla collettività. Noi ci crediamo, io ci credo” conclude il fondatore di Oro in Euro.

L’articolo La storia di Nicola Laurenza, fondatore del brand Oro in Euro che sta riforestando il Madagascar è tratto da Forbes Italia.

Leave a Reply