cucina

Kebhouze di Gianluca Vacchi continua a espandersi e cerca personale per Venezia

kebhouze-di-gianluca-vacchi-continua-a-espandersi-e-cerca-personale-per-venezia
IMG 6372 scaled

Il food brand di kebab va oltre i luoghi comuni di questo street food: massima qualità, prodotti italiani e sostenibili, format family friendly e opzioni veg

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 07/03/2022

Avete presente Gianluca Vacchi? Il milionario influencer appassionati di balletti sui social, da poco diventato papà, ha mostrato di avere fiuto anche per gli affari e la sua catena di kebab, Kebhouze sta dando grandi soddisfazioni e sta stravolgendo la percezione del “solito” kebab.

Dopo le aperture a Milano, Roma e Biella, già consolidate, e gli annunci delle aperture di Torino e Genova, arriva il turno del capoluogo veneto: Kebhouze aprirà infatti a Venezia Mestre a fine marzo 2022 presso il Centro Commerciale Nave De Vero.  

Kebhouze ha comunicato la nuova apertura dello store Veneziano pubblicando un video sui social in cui la mascotte Keb ha svelato una cartolina con le principali attrazioni turistiche della Serenissima, con lui stesso immortalato tra i canali di Venezia.

Un’altra buona notizia è che l’apertura porterà nuovi posti di lavoro in città: la struttura è alla ricerca di staff di cucina e di sala: per inoltrare la propria candidatura è possibile inviare il curriculum a [email protected]

Ma cosa è Kebhouze?

Non chiamatela “la solita catena di kebab”.  L’idea è scardinare un po’ i luoghi comuni che circolano attorno a questo amato street food, con un forte impegno in qualità e creatività dell’offerta e un format molto family friendly, con tanto di mascotte. 

“Non esiste un food brand di kebab al mondo come Kebhouze, è un’esperienza del tutto nuova – ha spiegato Gianluca Vacchi -C’è un problema di diffidenza verso il kebab. Lo avevo anche io. Dopo aver assaggiato il kebab per la prima volta in vita mia alle nostre prove food, mi sono reso conto che in realtà non c’è un piatto più semplice di questo: piadina, carne e qualche condimento a scelta. Ovviamente ho richiesto che ogni ingrediente e materia prima utilizzata siano di massima qualità

Il menu di Kebhouze (anche per vegetariani) 

kebhouze

Il menù prevede kebab di pollo 100% italiano e una versione premium e inedita nel mondo del kebab: da Kebhouze sarà possibile ordinare anche il kebab di carne di black angus.

Inoltre c’è una grande novità per vegetariani, vegani e non solo: Kebhouze ha siglato una partnership con Planted, azienda svizzera che nel nome della sostenibilità ambientale produce kebab 100% vegetale da proteine di piselli, che sarà disponibile in menù sin dall’apertura. Oltre a essere servito nella classica piadina, da Kebhouze sarà possibile gustare la carne kebab nella versione Burger. 

Una sezione a parte è dedicata al pollo fritto, in versione nuggets, “chicken popcorn” e vegan e alle patatine fritte e onion rings. Una menzione speciale per le salse presenti in menu: oltre all’originale Keb Sauce, il colosso mondiale delle salse Heinz è partner ufficiale di Kebhouze, motivo per cui sarà possibile provare una grande varietà di salse all’interno degli store.

C’è anche il “Kebby Meal” per i bambini

Una novità per i più piccini e per i loro genitori è appena stata inserita nel menù della catena: si tratta del Kebby Meal, una speciale box che contiene un mini kebab di pollo, patatine fritte, una bibita a scelta e una sorpresa in omaggio.

Sostenibilità ambientale ed economica

Un’attenzione particolare è inoltre stata dedicata in fase di costruzione del progetto e di selezione dei prodotti al tema della sostenibilità ambientale: il food packaging è completamente eco-friendly, comprese le acque naturali in tetrapack brandizzate Kebhouze.

Anche sotto il profilo della sostenibilità economica locale, la catena di Gianluca Vacchi ha optato per una valorizzazione delle aziende italiane, da cui viene fornita tutta la carne, e dei produttori locali, con cui ad esempio si è instaurata una collaborazione sulla produzione di due diverse birre artigianali che saranno presenti in store a marchio Kebhouze.

La mascotte Keb e Gianluca Vacchi
La mascotte Keb e Gianluca Vacchi

Kebhouze va forte anche sui social, con oltre 60.000 follower tra Instagram e TikTok. A fare da padrone di casa sui canali digitali, e non solo, è proprio Keb, la mascotte di Kebhouze e “socio” dispettoso di Gianluca Vacchi che ogni giorno utilizza gli account aziendali come fossero i propri, facendo immergere i follower nella sua quotidianità di vita imprenditoriale e non solo.

Oltre al servizio in store o take away, Kebhouze sarà presente su tutte le piattaforme di delivery come Glovo, Deliveroo, Just Eat e Uber Eats. Tutto il packaging brandizzato per il delivery e take away è eco-friendly, a partire dall’acqua Kebwater in Tetrapak.

Condividi L’Articolo

L’Autore

4345f10b9045a6470d5490196d3226f9

Leave a Reply