ATTUALITA'

Il mondo del vino piange Roberto Felluga

il-mondo-del-vino-piange-roberto-felluga

Aveva 63 anni ed era malato da tempo. Con lui l’azienda di famiglia ha ampliato la ricerca connotando sempre più l’attività della cantina. È stato presidente della sezione economica regionale viticoltura di Confagricoltura

Aveva 63 anni ed era malato da tempo. Con lui l’azienda di famiglia ha ampliato la ricerca connotando sempre più l’attività della cantina. È stato presidente della sezione economica regionale viticoltura di Confagricoltura

Il mondo del vino piange Roberto Felluga, storico vignaiolo del Collio (Go), alla guida della omonima famiglia ed etichetta fondata dal padre con il quale maturò una profonda esperienza nel settore. È morto a 63 anni dopo un anno di malattia.

Roberto Felluga Il mondo del vino piange Roberto Felluga

Roberto Felluga. Foto: ilfriuli.it


Quinta generazione dell’azienda

Negli anni aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente del consorzio Collio e di presidente della sezione economica viticoltura di Confagricoltura Fvg. Felluga aveva preso le redini dell’azienda arrivata alla quinta generazione, risultando un degno erede della dinastia di viticoltori da cui proveniva, tanto da proseguire l’opera di valorizzazione di alcune uve intrecciando innovazione e tradizione.


Con lui il progetto vini bianchi “da invecchiamento”

Con Roberto si è consolidato il progetto dei vini bianchi “da invecchiamento”, avviato con il Collio Bianco Col Disôre Russiz Superiore e con il Collio Bianco Molamatta Marco Felluga e proseguito con le “Riserve”, il Pinot Grigio Mongris Riserva Marco Felluga, il Pinot Bianco Riserva Russiz Superiore e il Sauvignon Riserva Russiz Superiore.

Rinasce il Saigon, elegante angolo di Vietnam a Milano


Una vita di grandi riconoscimento

Tanti i riconoscimenti raccolti in questi decenni. L’ultimo dei quali è l’inserimento del Collio Sauvignon Riserva 2016 Russiz Superiore, definito punto di riferimento per i vini bianchi italiani, tra i migliori 100 vini al mondo del 2020. Lo stesso vino era risultato già 3 Bicchieri del Gambero Rosso ed era già entrato nella classifica Top 100 of The Word di Wine Enthusiast nel 2014, con il Collio Sauvignon 2012, e nel 2018, con il Collio Friulano 2016, sempre di Russiz Superiore.


In queste ore si moltiplicano gli attestati di stima e il cordoglio da parte di chef, colleghi e dai rappresentanti del mondo politico ed economico, regionale e nazionale.


Tra i primi esprimere dolore il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli. Queste le sue parole affidate a Twitter: «Ci ha lasciati Roberto Felluga, storico vignaiolo del Collio e uomo impegnato in prima linea nel rappresentare gli interessi della categoria e del Paese. Esprimo vicinanza alla sua famiglia».

Leave a Reply