Business

Il Ministero dell’Economia esamina la nuova legge sulla proprietà industriale e sui brevetti

il-ministero-dell’economia-esamina-la-nuova-legge-sulla-proprieta-industriale-e-sui-brevetti

DUBAI, 11 gennaio 2022 (WAM) – Il dottor Ahmad Belhoul Al Falasi, Ministro di Stato per l’imprenditorialità e le PMI, ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti hanno raggiunto la leadership regionale in vari campi relativi all’innovazione e alla proprietà intellettuale, grazie alla visione e al supporto della sua saggia guida.

Ciò è avvenuto durante un briefing con i media, organizzato dal Ministero dell’Economia (MoE), sulla legge federale n. 11 del 2021 sulla proprietà industriale e i brevetti, che fa parte dei più grandi emendamenti legislativi nella storia degli Emirati Arabi Uniti che comprende 50 leggi federali, tra cui la redazione di nuova normativa e modifiche a quelle esistenti.

Questa importante pietra miliare economica coincide con le celebrazioni del giubileo d’oro del paese e rafforza i fondamenti della legislazione economica degli Emirati Arabi Uniti, rendendola più competitiva, flessibile, aperta e in grado di attrarre investimenti globali e aziende di successo in vari settori, specialmente nei settori nuovi e futuri.

Il dottor Al Falasi ha osservato che gli Emirati Arabi Uniti sono stati classificati al primo posto nel mondo arabo per il sesto anno consecutivo dall’Indice di innovazione globale 2021 grazie al loro successo nello sviluppo di un sistema integrato per applicazioni e servizi di proprietà intellettuale. Oggi il Paese ha messo in atto politiche di sostegno e stimolo per valorizzare il ruolo della proprietà intellettuale in generale e della proprietà industriale e dei brevetti in particolare in quanto tra i principali motori della ripresa e del progresso economico in vari settori, ha osservato il Ministro. Ha aggiunto che questi sono pilastri essenziali negli sforzi di sviluppo economico e sociale sostenibile basati sulla conoscenza, l’innovazione e la creatività nel paese.

In tale contesto, Al Falasi ha affermato: “La nuova legge sulla proprietà industriale è una delle iniziative più importanti che il Ministero dell’Economia e i suoi partner hanno sviluppato per guidare una crescita basata sulla conoscenza e l’innovazione e sostenere l’imprenditorialità. Questi sforzi sono in linea con la visione, i principi e i progetti lanciati dal governo degli Emirati Arabi Uniti per stabilire una nuova fase di crescita, sia a livello nazionale che globale. Tale obiettivo sarà raggiunto accelerando la trasformazione verso un nuovo modello economico basato sulla conoscenza, più flessibile e sostenibile che stia al passo con le ultime tendenze economiche in cui innovazione, tecnologia, ricerca e sviluppo, competenze nazionali, inventori, talenti e imprenditori sono i motori chiave del progresso.”

Ha inoltre sottolineato che la legge sostiene l’orientamento strategico del Paese sviluppando sistemi e procedure per garantire la tutela legale delle invenzioni in modo da favorire la creazione di nuove idee, innovazioni e invenzioni da parte di privati ​​e aziende di vari settori. Ciò è particolarmente rilevante per i sette settori prioritari individuati dalla Strategia nazionale per l’innovazione, che sono istruzione, assistenza sanitaria, tecnologia e trasporti, energia rinnovabile, spazio e acqua.

Durante il briefing, il Ministro ha evidenziato che il numero di domande di brevetto presentate al Ministero dell’Economia entro la fine dell’anno 2021 riflette una crescita di oltre il 20 per cento rispetto allo scorso anno. Ha inoltre esaminato gli indicatori più importanti che riflettono lo sviluppo del sistema della proprietà industriale e dei brevetti nel Paese negli ultimi anni, tra cui: – Una crescita sostanziale del numero di domande di brevetto presentate ogni anno al MoE, da 157 nel 2000 a 1.288 nel 2010 e a 1.917 nel 2020.

– Nel corso del 2021 il Ministero ha ricevuto 2428 nuove domande, con un tasso di crescita del 26,7 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

– Il numero totale di domande di brevetto è triplicato nell’ultimo decennio (2010-2020) per raggiungere 24.511 nel 2020 rispetto alle 8.028 domande nel 2010. È aumentato nel 2021 per raggiungere 26.939 domande.

– Il numero totale di richieste di modelli industriali è aumentato del 290 percento nell’ultimo decennio per raggiungere 9.690 nel 2020 rispetto alle 2.483 richieste che abbiamo ricevuto nel 2010. Ha continuato a crescere lo scorso anno per raggiungere 10.663 entro la fine del 2021.

– Le domande di brevetto presentate nel 2021 sono state distribuite tra vari settori come macchinari e costruzioni (23 percento), ingegneria chimica (24 percento), prodotti farmaceutici e biotecnologie (24 percento), elettricità e metalli (7 percento) e tecnologia dell’informazione e della comunicazione ( 9 per cento).

Al Falasi ha inoltre aggiunto che la nuova legge è rivolta a tutti i segmenti della società, compresi i privati ​​e le aziende che vogliono proteggere le loro nuove invenzioni e idee innovative con applicazioni industriali e commerciali. I primi tra questi sono i singoli inventori, le università e le istituzioni accademiche che supervisionano lo sviluppo delle invenzioni e delle innovazioni dei loro studenti e le aziende che hanno invenzioni, innovazioni o centri di ricerca. Andrà anche a vantaggio di imprenditori, piccole e medie imprese, start-up basate sull’innovazione e l’invenzione e aziende operanti nei settori delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e della nuova economia.

Al Falasi ha inoltre spiegato che le modifiche della nuova legge mirano a raggiungere velocità, flessibilità ed efficacia nei processi formali e oggettivi di esame, procedure e servizi di registrazione e sovvenzioni per tutte le domande di proprietà industriale, che includono brevetti, certificati di utilità, disegni industriali e circuiti integrati . Ha ricordato che, attraverso le procedure introdotte dalla nuova legge, il Ministero mira a ridurre a sei mesi i tempi di rilascio dell’esito dell’esame dei brevetti a partire dal ricevimento della domanda da 42 mesi prima. Ciò è in linea con le prime cinque migliori pratiche seguite dai principali uffici brevetti del mondo, vale a dire Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti d’America, Cina e Unione Europea.

Modifiche fondamentali alla nuova legge per facilitare e stimolare l’innovazione e la proprietà intellettuale nel Paese 1. Garantisce la completa protezione dei diritti di proprietà industriale attraverso l’aggiunta di diritti di proprietà industriale che non erano inclusi nella legislazione precedente, inclusa la protezione dei progetti di layout dei circuiti integrati e per informazioni segrete.

2. Adozione di quattro nuove procedure per ottenere flessibilità nella gestione e nell’esame delle domande e facilitare e accelerare le procedure di ricezione, esame, registrazione e concessione delle stesse. Ciò contribuirà ad aumentare la fiducia degli inventori nell’ambiente imprenditoriale degli Emirati Arabi Uniti e incoraggiandoli a innovare. Le quattro nuove disposizioni sono: le domande accelerate, un canale preferenziale per le domande di brevetto attraverso il quale è possibile completare rapidamente gli esami formali e sostanziali della domanda presentata; conversione di domande di brevetto in richieste di certificati di utilità e viceversa; suddividere le domande di brevetto, certificati di utilità e disegni industriali in più domande per consentire la protezione dell’invenzione nelle varie fasi del suo sviluppo; e recupero delle domande.

3. Aggiornamenti delle procedure per il contenzioso in materia di domande di proprietà industriale, che la rendano più flessibili e veloci consentendo il riesame dopo la concessione, e creando un meccanismo che consenta di presentare doglianze al Ministero prima di ricorrere alla magistratura.

Inoltre, il dott. Al Falasi ha affermato che il Ministero dell’Economia fornisce servizi integrati relativi alle diverse applicazioni di proprietà industriale secondo i migliori standard internazionali, attraverso il proprio sito web, a cui si accede tramite
https://services.economy.ae/m/Pages /CategoryServices.aspx?CategoryID=14.

Al termine del briefing con i media, Al Falasi ha passato in rassegna i più importanti esiti attesi dalla nuova legge nella prossima fase a sostegno del Centenario 2071 e del ‘Progetto degli anni ’50’ che è stato recentemente annunciato dal Paese, attraverso diverse iniziative strategiche.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh
https://wam.ae/en/dettagli/1395303010101

Leave a Reply