ATTUALITA'

Guerra Ucraina-Russia, infuria il conflitto e langue la diplomazia, Zelensky: “Mosca terrorista, preoccupano falsità su armi chimiche”

guerra-ucraina-russia,-infuria-il-conflitto-e-langue-la-diplomazia,-zelensky:-“mosca-terrorista,-preoccupano-falsita-su-armi-chimiche”

È arrivata al sedicesimo giorno la guerra Ucraina-Russia. Per le Nazioni Unite sono almeno 549 le vittime civili, 1.200 nella città assediata Mariupol secondo il vicesindaco del porto affacciato sul Mar d’Azov e ormai luogo martire del conflitto. Oltre due milioni i rifugiati in fuga dal Paese, oltre 14mila quelli arrivati in Italia. Nessun passo avanti dal vertice in Turchia, ad Antalya, tra il ministro degli Esteri russo Lavrov e quello ucraino Kuleba. Putin chiede la neutralità dell’Ucraina nella costituzione, il riconoscimento della Crimea russa e dell’indipendenza delle sedicenti autoproclamate Repubbliche Popolari del Donbass. “Non vedo soluzioni a breve”, il commento pessimista del presidente francese Emmanuel Macron dopo l’ennesimo dialogo in questi giorni con Putin.

Mosca accusa Stati Uniti e Ucraina di avere nella loro disponibilità armi chimiche. Le insinuazioni preoccupano Kiev e Washington che respingono le accuse. L’economia russa piagata dalle sanzioni. Mosca potrebbe andare verso il default. Previsti nuovi corridoi umanitari – più volte falliti nei giorni scorsi per le violazioni della tregua -, con i convogli che lasceranno la città che prima dovranno fornire i dati di mezzi e conducenti. Impazza intanto la propaganda. La Russia ha messo in discussione, anche tramite gli account social delle sue ambasciate in Occidente, l’attacco che ha distrutto un ospedale pediatrico a Mariupol in cui sono morte almeno tre persone e decine sono rimaste ferite.

La diretta:

ORE 4:45 – PUTIN: “LA RUSSIA NON VUOLE ISOLARSI” – Il presidente russo Putin ha detto che non è intenzione di Mosca isolarsi da nessuno, anzi Mosca è “aperta a lavorare con tutti i nostri partner stranieri che lo vogliano”.

ORE 6:30 – CONTINUANO I BOMBARDAMENTI – Attacchi aerei nelle prime ore di oggi contro la città di Dnipro. Bombardata per la prima volta Lutsk, nord-ovest del Paese.

ORE 6:00 – ZELENSKY: “NON FABBRICHIAMO ARMI CHIMICHE” – Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha respinto le accuse russe di sviluppare con la collaborazione degli Stati Uniti armi chimiche. “Sono il presidente di un paese degno, di una nazione degna. E padre di due bambini. E nella mia terra non sono state sviluppate armi chimiche o altre armi di distruzione di massa”. La Russia ha fatto sapere che documenti dimostrerebbero componenti di armi biologiche realizzati in laboratori ucraini con il finanziamento del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Zelesnky, come il ministro degli Esteri Kuleba si è detto molto preoccupato perché “se vuoi conoscere i piani della Russia, guarda a cosa la Russia accusa gli altri di pianificare”.

ORE 3:30 – CINA: AVANTI CON CESSATE IL FUOCO – Il premier cinese Li Keqiang ha espresso “grande preoccupazionee per il problema dell’Ucraina e si batte per la sua soluzione pacifica”. Pechino ha espresso profonda preoccuazione per la situazione e per una futura escalation. “La Cina segue una politica diplomatica pacifica indipendente. È importante sostenere Ucraina e Russia perché superino le differenze: lavoreremo con la comunità internazionale per evitare l’ulteriore escalation e che la situazione vada del tutto fuori controllo”. Il premier si è detto preoccupato dalle sanzioni occidentali a Mosca che impediscono la ripresa economica dopo la pandemia da covid.

ORE 2:15 – KIEV: “UCCISI ANZIANI E BOMBARDATE SCUOLE” – Kiev accusa Mosca di diverse azioni militari: un veicolo corazzato avrebbe aperto il fuoco contro un’auto civile uccidendo un uomo e una donna anziani. Dall’inizio della guerra sono state bombardate 280 scuole. Il Parlamento in un tweet ha accusato l’attacco a un Istituto di Fiscia e Tecnologia di Kharkiv dove si trova un reattore nucleare sperimentale.

ORE 2:00 – MACRON: “CONDIZIONI MOSCA INACCETTABILI” – “Sono ottimista ma cerco di essere anche realista. Siamo sempre impegnati nel dialogo con il presidente Putin. Lo ero fino all’ultimo minuto prima che lanciasse questa guerra e anche dopo che l’ha lanciato. Abbiamo cercato di aprire i negoziati per il cessate il fuoco. Devo però ammettere, con tutta onestà, che le condizioni che mette sul tavolo non sono accettabili per nessuno”, il commento del presidente francese Macron dopo l’ennesima telefonata con Putin.

ORE 1:45 – RUSSI A 5 KM DA KIEV – Secondo il Pentagono le forze russe si sono avvicinate di cinque chilometri a Kiev. Il convoglio militare lungo decine di chilometri visto nei giorni scorsi sarebbe stato ini larga parte disperso e riposizionato. Le unità corazzate starebbero manovrando nelle città circostanti.

ORE 1:10 – KULEBA: “PREOCCUPA L’OSSESSIONE DEI RUSSI SU ARMI CHIMICHE E BIOLOGICHE – L’allarme sui social del ministro degli Esteri Ucraino Dmytro Kuleva: “L’ossessione maniacale con cui vari funzionari russi fantasticano su armi o rischi biologici o chimici inesistenti in Ucraina è profondamente preoccupante e potrebbe effettivamente indicare che la Russia sta preparando un’altra orribile operazione sotto falsa bandiera”.

ORE 1:05 – OLTRE 2,3 MILIONI DI RIFUGIATI – Sono oltre due milioni e 300mila gli ucraini in fuga dal Paese, 1,9 milioni gli sfollati interni. La maggior parte si sta dirigendo a ovest del Paese verso Leopoli.

ORE OO:50 – FACEBOOK ALLENTA REGOLE PER PERMETTERE ESPRESSIONI VIOLENTE CONTO “INVASORI RUSSI” – Facebook ha allentato le regole: “In seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia consentiremo in via temporanea alcune forme di espressione politica che altrimenti violerebbero le nostre politiche”. Tra le espressioni consentite: la morte di Putin o di Lukashenko e quella degli invasori russi.

ORE 00:45 – RUSSIA CHIEDE CONSIGLIO SICUREZZA ONU SU ARMI CHIMICHE – Il diplomatico della missione russa presso l’Onu ha richiesto una riunione del Consiglio di Sicurezza per discutere delle “attività biologiche militari americane in Ucraina”. Il Consiglio si riunirà nelle prossime ore.

ORE 00:30 – ZELENSY: “AFFRONTIAMO STATO TERRORISTA” – Nuova accusa da parte del presidente ucraino Zelesnky: “Il mondo deve sapere. Noi tutti stiamo affrontando uno stato terrorista. Qualunque cosa succeda cercheremo di assicurare tutti gli aiuti umanitari di cui la gente di Mariupol ha bisogno. I popoli europei sono per l’adesione, i politici si adeguino». Il presidente ucraino ha anche annunciato di aver incaricato il governo di creare uno speciale programma statale dedicato alla ricostruzione di ogni città colpita dall’invasione russa. «Dopo la guerra, dopo la nostra vittoria, noi ricostruiremo tutto ciò che è stato distrutto. Molto velocemente e con una qualità molto elevata”. Il Presidente ha accusato i russi di aver attaccato i corridoi umanitari di Mariupol e Volnovakha: “Le truppe russe non hanno smesso di sparare. Nonostante tutto, ho deciso di inviare un convoglio di veicoli a Mariupol, con cibo, acqua, medicine”.

ORE 00:15 – “COLPITO ISTITUTO RICERCA NUCLEARE A KHARKIV – Il consigliere del ministero dell’Interno ucraino Anton Gerashenko ha accusato la Russia di aver bombardato un istituto di ricerca nucleare a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina. Dall’edificio potrebbero fuoriuscire radiazioni se venissero danneggiare. Secondo l’ufficio del presidente, non c’è stato alcun cambiamento nelle radiazioni.

ORE 00:10 – RESISTENZA UCRAINA RALLENTA I RUSSI – L’intelligence britannica fa sapere in un aggiornamento che “a causa della forte resistenza ucraina, le forze russe stanno impegnando un numero maggiore di forze schierate per accerchiare le città chiave. Ciò ridurrà il numero di forze disponibili per continuare la loro avanzata e la rallenterà ulteriormente”.

L’articolo Guerra Ucraina-Russia, infuria il conflitto e langue la diplomazia, Zelensky: “Mosca terrorista, preoccupano falsità su armi chimiche” proviene da Il Riformista.

Leave a Reply