ATTUALITA'

Guerra Ucraina-Russia, faccia a faccia in Turchia. Usa minaccia Cina e avverte: “Putin potrebbe usare armi chimiche”

guerra-ucraina-russia,-faccia-a-faccia-in-turchia.-usa-minaccia-cina-e-avverte:-“putin-potrebbe-usare-armi-chimiche”

Nel 15esimo giorno di guerra (10 marzo), le flebili speranze relative alla fine del conflitto in Ucraina sono tutte, o quasi, nel faccia a faccia organizzato dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan che si terrà ad Antalya, tra il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, e l’omologo ucraino, Dmytro Kuleba. All’incontro prenderà parte anche il capo della diplomazia turca, Mevlut Cavusoglu. Dopo i tre negoziati-farsa, che hanno portato a dei corridoi umanitari segnati da bombardamenti e sangue (e la strage di Mariupol tra fosse comuni, ospedale colpito e le fake di Putin), arriva il primo vero vertice diplomatico.

La Russia resta ferma sulle sue posizioni: la sovranità di Mosca sulla Crimea, l’indipendenza delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk, nel Donbass, e la neutralità, militare e politica (niente adesione alla Nato), dell’Ucraina. Zelensky si dice pronto “a fare alcuni passi” perché “il mio obiettivo è porre fine alla guerra con la Russia. I compromessi si possono fare, ma non devono essere il tradimento del mio paese”. Anche se poi sottolinea che le mire del Cremlino vanno ben oltre. “Sono sicuro – ha detto – che anche la Polonia è a rischio”, insieme a Moldavia, Georgia e ai Paesi baltici, perché Putin “vuole disintegrare l’Europa, esattamente come l’Ucraina”.

A sostegno dei negoziati anche la Cina, che pero attacca gli Usa: “Sono state le azioni della Nato guidata dagli Stati Uniti che hanno gradualmente spinto fino al conflitto”. La replica: “Se Pechino non rispetta sanzioni alla Russia ci saranno gravi conseguenze”.

LA DIRETTA

2:50 – USA AVVERTE CINA: GRAVI CONSEGUENZE SE NON RISPETTA SANZIONI RUSSIA – Qualsiasi paese che non rispetti le restrizioni statunitensi sull’esportazione in Russia pagherà un prezzo pesante, inclusa la Cina. Lo ha detto la segretaria al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo alla Cnn, affermando che l’amministrazione Biden è pronta, ad esempio, a tagliare la Cina fuori dai rifornimenti e dai software americani o europei necessari per produrre semiconduttori. “Perseguiremo qualsiasi azienda, ovunque si trovi, in Cina o altrove, che violi le regole”, ha affermato, “quindi la nostra aspettativa è che la Cina non violi le regole e, se lo farà, ci saranno delle conseguenze”.

2:35 – TELEFONATA BIDEN-ERDOGAN – Il presidente americano Joe Biden avrà un colloquio telefonico con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan per discutere degli ultimi sviluppi della guerra in Ucraina e dell’incontro che avverrà nelle prossime ore ad Antalya tra il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, e l’omologo ucraino, Dmytro Kuleba.

01:20 –  USA AVVERTE: “RUSSIA POTREBBE USARE ARMI CHIMICHE” –  L’amministrazione Biden ha pubblicamente avvertito che la Russia potrebbe cercare di utilizzare armi chimiche o biologiche in Ucraina. La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha accusato l’Ucraina di gestire laboratori di armi chimiche e biologiche nel suo territorio, sostenuta dagli Usa. La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha definito l’affermazione della Russia “assurda” e ha detto che potrebbe far parte di un tentativo della Russia di gettare le basi per usare essa stessa tali armi di distruzione di massa contro l’Ucraina. “Questo è tutto un ovvio stratagemma della Russia per cercare di giustificare il suo ulteriore attacco premeditato, non provocato e ingiustificato all’Ucraina”, ha twittato Psaki, “ora che la Russia ha fatto queste false affermazioni, e la Cina ha apparentemente approvato questa propaganda, dovremmo tutti aspettarci che la Russia possa utilizzare armi chimiche o biologiche in Ucraina, o creare un’operazione sotto falsa bandiera”.

00:15 – “EUROPEI NON POTETE DIRE DI NON AVER VISTO” –  “Sganciare bombe su un ospedale per bambini  e per la maternità è la prova definitiva che ciò che sta accadendo è un genocidio degli ucraini. Europei, non potete dire di non aver visto cosa sta succedendo. Dovete inasprire le sanzioni affinché la Russia non potrà continuare la sua guerra selvaggia”. E’ quanto dichiara il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video pubblicato su Telegram. Parlando in lingua russa, il leader del paese invaso da Vladimir Putin attacca proprio l’esercito rivale: “Che razza di paese è la Russia se ha paura degli ospedali e delle case di maternità e li distrugge? C’erano dei piccoli nazionalisti lì? Le donne incinte avrebbero sparato missili a Rostov? Qualcuno in quell’ospedale di maternità ha offeso le persone di lingua russa? O stavano de-nazificando l’ospedale?“.

Tornando poi alla lingua ucraina, ha detto: “Europei, ucraini, residenti di Mariupol, dobbiamo unirci nella condanna della Russia per questo crimine che riflette tutto il male che gli invasori ci hanno portato, su tutte le città distrutte… che non avevano mai minacciato la Russia”.

L’articolo Guerra Ucraina-Russia, faccia a faccia in Turchia. Usa minaccia Cina e avverte: “Putin potrebbe usare armi chimiche” proviene da Il Riformista.

Leave a Reply