Business

Gruppo di esperti del FMI: quadri politici migliorati sono la chiave per una ripresa trasformativa per la regione MENA

gruppo-di-esperti-del-fmi:-quadri-politici-migliorati-sono-la-chiave-per-una-ripresa-trasformativa-per-la-regione-mena

SHARJAH, 24 ottobre 2021 (WAM) — Il Fondo monetario internazionale (FMI) ha ospitato una discussione di esperti sullo stato della ripresa nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA), in tandem con il lancio del suo annuale Medio Oriente e Rapporto sulle prospettive economiche regionali dell’Asia centrale. Il rapporto delinea i progressi post-pandemia della regione e le politiche che possono aiutare a garantire una ripresa più sostenibile e inclusiva.

La discussione, moderata da Becky Anderson della CNN, ha riunito Jihad Azour, direttore del dipartimento del Medio Oriente e dell’Asia centrale presso FMI, Badr Jafar, CEO di Crescent Enterprises, Sherif Kamel, preside dell’Università Americana in Cairo Scuola d’Affari, e Monica Malek, capo economista della banca commerciale di Abu Dhabi.

Diversi paesi della regione, principalmente nella regione del Golfo, hanno compiuto progressi significativi, ma i progressi sono stati incoerenti. Jihad Azour ha spiegato: “Dall’inizio di quest’anno, la regione MENA ha compiuto buoni progressi e la ripresa è in corso nonostante i nuovi focolai. Tuttavia, la ripresa è irregolare e incompleta, con l’emergere di nuove sfide, come l’aumento dell’inflazione e delle disuguaglianze.

I paesi con tassi di vaccinazione più elevati, meno dipendenza dal turismo e più spazio politico si riprenderanno più rapidamente e sperimenteranno meno cicatrici a lungo termine. Gli esportatori di petrolio beneficeranno di prezzi del petrolio più alti”.

Nonostante diverse sfide emergano mentre la regione si riprende dalla pandemia, Badr Jafar ha condiviso le sue opinioni su alcune tendenze positive che si stanno sviluppando nel settore privato. Accanto a un aumento record degli investimenti in capitale di rischio e a un consapevole spostamento verso l’adozione dei principi di governance sociale ambientale (ESG) negli affari, Badr Jafar ha sottolineato: “Con l’aumento della fiducia nelle imprese a livello globale, noto una tendenza simile nella nostra regione, con il settore privato sempre più visto come un partner essenziale per raggiungere gli obiettivi nazionali della nostra regione”.

La pandemia ha reso sempre più chiaro che i governi di tutto il mondo non possono superare da soli gli shock economici e le sfide emergenti. Badr Jafar ha osservato: “In molti modi, la pandemia ha costretto i settori a lavorare insieme in tutto il mondo. La campagna vaccinale è un chiaro esempio di una partnership di successo tra pubblico, privato e persone. E quindi spero che le esperienze degli ultimi 18 mesi forniscano ispirazione per i modelli di collaborazione e cooperazione che dobbiamo vedere nella regione se vogliamo superare le nostre sfide più difficili”.

Le imprese devono essere parte della soluzione e il rapporto del FMI sottolinea che un requisito chiave per una ripresa trasformativa della regione è un riorientamento del ruolo dello stato con un focus sulla salute, l’istruzione, la fornitura di ammortizzatori sociali e il perseguimento della concorrenza, rafforzare la riforma della regolamentazione per promuovere l’innovazione e la crescita del settore privato.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302984538

Leave a Reply