cucina

Enoturismo: nasce l’Enoteca regionale dell’Albugnano in Piemonte

enoturismo:-nasce-l’enoteca-regionale-dell’albugnano-in-piemonte
enoteca regionale albugnano

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 03/05/2022

Nasce ufficialmente l’Enoteca regionale dell’Albugnano, dove scoprire e gustare le eccellenze enologiche e agroalimentari del territorio compreso tra la Collina Torinese e il Nord Astigiano. A partire, ovviamente, all’Albugnano Doc e gli altri vini a denominazione di origine come la Freisa d’Asti e quella di Chieri Doc, la Malvasia di Castelnuovo Don Bosco Doc e la Barbera d’Asti Docg.

Scopri tutti i prodotti tipici piemontesi

Un punto di informazione turistica

L’Enoteca, il cui progetto è stato voluto nel 2019 da 20 produttori, ha la sede nella ex scuola elementare di Albugnano (At), borgo piemontese conosciuto come il balcone del Monferrato per la sua altitudine (549 metri) e il panorama che dal Belvedere si gode sulle colline del Basso Monferrato.

Messa a disposizione dal Comune di Albugnano e ristrutturata con il supporto economico della Regione Piemonte – Assessorato del Turismo, l’ex scuola sarà il punto d’incontro tra produttori e amanti del buon vino e del buon cibo, tra informatori turistici ed escursionisti alla ricerca di nuovi luoghi da visitare, proponendo vini in degustazione e svolgendo la funzione di Ufficio Turistico, insieme al Punto informativo del Romanico.

abbazia-di-vezzolano

Attraverso la valorizzazione dei vini e degli altri prodotti agroalimentari, assicura Giancarlo Montaldo, presidente dell’Enoteca Regionale dell’Albugnano, “vogliamo promuovere il territorio nella sua globalità ed evidenziare i suoi punti di forza, a partire dalle ricchezze naturali, paesaggistiche, umane, fino alle tradizioni storiche, artistiche e architettoniche”.

Un esempio? “L’arte romanica, di cui queste colline sono una delle culle di eccellenza a livello piemontese”, come la vicina Abbazia di Vezzolano o la Chiesa di San Pietro ad Albugnano.

Le Enoteche Regionali in Piemonte

enoteca-regionale-albugnano

Quella di Albugnano è la 15esima Enoteca Regionale presente in Piemonte, un patrimonio vinicolo e turistico di grande rilevanza.

Questi luoghi sono infatti promotori dei vini di qualità del territorio di riferimento, dei prodotti agroalimentari, di quelli biologici e tipici locali ma anche del paesaggio rurale, culturale e artistico. Rappresentano un’attrattiva turistica e sono il punto di incontro tra soggetti che operano per la valorizzazione delle eccellenze naturalistiche e artistiche-culturali, come le Botteghe del vino, le Cantine comunali, i Consorzi di tutela dei vini Doc e Docg e le associazioni dei prodotti agroalimentari, le organizzazioni di produttori e le realtà associative.

“Attualmente l’Enoteca è composta da 25 soci, tutti produttori di vino, oltre al Comune di Albugnano – conclude Montaldo -. Ma presto entreranno nella nostra famiglia tante altre realtà vitivinicole e agroalimentari che hanno il desiderio di farsi conoscere da un pubblico più vasto e, allo stesso tempo, di fare rete per rendere ancora più ospitale e ricco di opportunità il territorio in cui operano e producono”.

Leggi anche: Gavi, viaggio alla scoperta del grande bianco piemontese

Condividi L’Articolo

L’Autore

Schermata 2020 06 15 alle 19.35.55

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici

Leave a Reply