ATTUALITA'

ELEGANCE CAFÉ, JAZZ E CUCINA NELLA CAPITALE

elegance-cafe,-jazz-e-cucina-nella-capitale

Passare una serata diversa, a suon di jazz, tra contaminazioni gastronomiche e alcoliche, è sicuramente un sogno di tanti. Ma non tutti gli amanti della musica sanno che a Roma c’è un posticino dove vivere un’esperienza stravolgente, in tutti i sensi. Il locale in questione si chiama Elegance Café e si trova nel quartiere Ostiense, a due passi da Eataly. Creato da Daria Venuto, direttrice artistica, e Remo Proietto insieme al giovane chef romano Marco Roselli, è un club che si ispira ai collaudati format newyorchesi come il Birdland o il Blue Note, dove il percorso musicale si fonde a quello enogastronomico, passando per il Brasile e il Caribe, il Sud degli Stati Uniti fino a New York.

people

Remo Proietto, Marco Roselli e Daniela Venuto

Ogni sera, dal martedì alla domenica, c’è uno spettacolo sempre diverso, da vivere e ascoltare in sala, con palco e pianoforte in bella vista, godendosi una cena sulla suggestiva balconata o nell’area bar, sorseggiando uno dei cocktail. E così un’esperienza  enogastronomica non solo accompagna grandi voci del calibro di Marta High e Mariella Nava, passando per Greg (del duo comico Lillo e Greg), ai grandi nomi del jazz come Jeremy Pelt, Paul Jackson, Raul Midon, Fred Wesley, Dado Moroni, Max Ionata, Roberto Gatto, ma diventa parte integrante e imprescindibile del locale. La cosa fondamentale di Elegance Café è l’acustica, che è stata curata nei minimi dettagli da ingegneri specializzati, “al pari di un auditorium” come sottolineano i patron. Invece la cucina di Marco Roselli si basa su un elegante mix di sapori di tradizione italiana uniti ai profumi delle terre natie del jazz: attraverso Stati Uniti, Caribe, Francia, cultura creola e africana.

“Per conferire un’identità ancora più definita al locale che fa delle contaminazioni la sua linfa vitale, è stato deciso di rendere autenticamente simbiotici l’elemento culinario e quello musicale”, spiegano Daria Venuto e Remo Proietto. “Era giusto che ci fosse una figura che incarnasse l’anima del locale e che facesse da raccordo con la sala, con l’atmosfera e, soprattutto, con il pubblico che lo anima ogni giorno”, racconta Daria Venuto, spiegando come la scelta sia ricaduta sullo chef Marco Roselli che aveva già vissuto l’esperienza dell’Elegance Cafè sotto la guida dello chef Gabriele Cordaro nel 2019. “Abbiamo cercato un cuoco che trovasse un’identità di cucina inconfondibile per Elegance” continuano Daria e Remo “Così abbiamo invitato lo chef a sentirsi libero di esprimersi con libertà ed è stato realizzato un menu realmente vicino all’anima più profonda del jazz, che segue il fil rouge della contaminazione, proprio come succede con questo genere musicale, attingendo elementi dalla cucina creola, francese, americana e sudamericana”.

maiale

Pancia di maiale, salsa creola e lattuga in osmosi

Un’idea che si è trasformata in piatti come l’Insalata esotica dastice, che affonda le sue radici nella città di New Orleans. L’astice, sbollentato e poi glassato con burro, paprika e zenzero, è tagliato a carpaccio, e servito insieme a un’ insalata esotica di mango, ananas e misticanza. Tra i primi, il Risotto spezie e gamberi è una rielaborazione del gumbo, piatto tipico della cucina creola, una sorta di stufato preparato con riso, carne e pesce, dove le spezie  sono protagoniste. Tra i secondi è imperdibile il Tonno al cajun in cui la parte piccante e speziata fa da padrona, accompagnato da ananas grigliato per rinfrescare il piatto. Le contaminazioni si ritrovano anche con la Pancia di maiale, salsa creola e lattuga arrosto.

astice

Insalata esotica d’astice

Anche i dessert non sono da trascurare. Non poteva mancare il classico tiramisù in versione dello chef del Su per giù tiramisù. Il Banana foster è un’interpretazione di un dolce tipico del carnevale di New Orleans, simile alla banana split ma con una crema al posto del gelato. Deliziosa una piccola Tarte Tatin al mango servita con un gelato rinfrescante di yogurt.

tiramisu

Su per giù tiramisù

Per chi non volesse cenare ma semplicemente sorseggiare un drink, ascoltando la musica, c’è una soluzione interessante: i cicchetti, piccoli sfizi da spizzicare con gusto. I Nachos con brandade di baccalà e paprika, l’Hummus di ceci al latte di cocco, curry madras e pane guttiao, oppure Non il classico hot dog, con una salsiccia realizzata dallo stesso chef.

cocktail

Degno di nota il cocktail bar dell’Elegance Café, un tributo agli anni ‘20 del proibizionismo americano e alla Golden Age della musica Jazz. Il lungo bancone e gli scaffali ricchi di miscele home made costituiscono il regno di Remo Proietto, che ha studiato una drink list eclettica ed eccellente. Si passa dal Mr. Negroni al Pink Provence dai profumi di rosa, dal goloso Haiti con cachaça, sciroppo alla cannella, ananas e passion fruit, alla fresca intensità del Tiki Guana con rum chiaro e scuro, falernum alla nocciola, orange bowl, pompelmo rosa e maracuja. Non mancano oltre 300 etichette selezionate tra gin, whiskey e rum, ma anche tequila, vodka e mezcal, oltre agli amari, ai liquori, ai vermouth e perfino ai sakè.

 

elegancecafe.it

Leave a Reply