Global

Da Goldman Sachs agli investimenti nello sport: chi è Gerry Cardinale, il nuovo proprietario del Milan

da-goldman-sachs-agli-investimenti-nello-sport:-chi-e-gerry-cardinale,-il-nuovo-proprietario-del-milan

“La partnership è al centro della nostra filosofia di investimento. Abbiamo successo quando i nostri investitori e i fondatori che sosteniamo hanno successo”. Si presenta così, con questo claim sul proprio sito ufficiale, RedBird Capital, il fondo americano di investimento che ha sbaragliato la concorrenza degli arabi di Investcorp e, con ogni probabilità, acquisirà per la cifra di circa 1,3 miliardi di euro l’Ac Milan, neo campione d’Italia dopo undici anni di assenza dal trono della Serie A.

Si chiude così l’era di Paul Singer, fondatore e partner del fondo Elliott Management Corporation, iniziata nel luglio del 2018 per l’inadempienza di Li Yonghong (che nel 2017 era subentrato a Fininvest). Singer, che ha un patrimonio di 4,3 miliardi di dollari secondo Forbes, si era trovato così nuovo proprietario del Milan a fronte di un prestito mai onorato di poco più di 300 milioni di euro. Una cifra quattro volte inferiore rispetto a quella che esborserà adesso il team di Gerry Cardinale, fondatore e managing partner di RedBird Capital. Che, comunque, lascerà una quota minoratoria a Elliott Management.

LEGGI ANCHE: “Quali sono le squadre di calcio che valgono di più al mondo: il Real Madrid torna in vetta”

Gerry Cardinale e RedBird Capital

Fondata nel 2014 dal 53enne Gerry Cardinale – che ha seguito personalmente la trattativa -, RedBird Capital in soli 8 anni è riuscita ad arrivare a oltre 6 miliardi di dollari in gestione e una rete di più di 400 imprenditori e family office. Forte proprio del ruolo, dell’esperienza e della professionalità di colui che domenica 22 maggio, subito dopo la vittoria del campionato del Milan, è stato fotografato in piazza Duomo a Milano con una polo blu, il pollice alzato e un sorriso soddisfatto, insieme agli altri tifosi.

Gerry #Cardinale, ad di #RedBird, fondo vicinissimo all’acquisto del #Milan, ha festeggiato in Piazza Duomo lo Scudetto rossonero (via @corriere) pic.twitter.com/yz1IsdGK1o

— MilanNews.it (@MilanNewsit) May 30, 2022

Americano, ma con origini italiane, Gerry Cardinale rappresenta RedBird Capital come la “naturale estensione dei suoi oltre 20 anni di carriera in Goldman Sachs“, dove è stato partner dell’azienda e senior leader dell’attività di investimento di private equity della merchant bank, gestendo oltre 100 miliardi di dollari capitale privato tra azioni, debiti, strategie di investimento immobiliare e infrastrutturale.

Ha fatto anche parte del comitato di investimento della merchant bank e del comitato di partenariato lavorando a stretto contatto con imprenditori e family office per costruire diverse società di piattaforme multimiliardarie di successo, tra cui Yankees Entertainment & Sports (“YES”) Network, la rete sportiva regionale n.1 negli Stati Uniti; Legends Hospitality, una società di servizi di biglietteria, concessioni e merchandising premium creata in collaborazione con i New York Yankees e i Dallas Cowboys; e Suddenlink Communications, che era una delle più grandi società via cavo americane al momento dell’acquisizione da parte di Altice.

Gli investimenti nello sport di RedBird Capital

Focalizzata su tre asset – sport, Tmt, e servizi finanziari e consumer – la RedBird Capital conta già diversi investimenti nel mondo dello sport. Su tutti, l’85% del Tolosa, neopromossa in Ligue 1 (massimo campionato di calcio francese), il 10% nella società che controlla la maggioranza del Liverpool (Fenway Sports Group). E ancora: una partecipazione nei Boston Red Socks (baseball), nei Pittsburg Penguins (hockey ghiaccio), e il controllo di Dream Sport, piattaforma sportiva in India specializzata in cricket (sport nazionale del paese). Gerry Cardinale ha una filosofia di investimento ben precisa: “coinvolgimento pratico e di alto livello, in collaborazione con i fondatori e con gli imprenditori delle stesse società”.

Ecco perché, oltre alle responsabilità a livello di portafoglio come cio e aziendali in RedBird, è personalmente attivo con una serie di società in portafoglio tra cui appunto YES Network, Fenway Sports Group, Skydance Media, Compass Data Centers, The SpringHill Company, Wasserman Media Group e XFL. Inoltre, Cardinale supervisiona anche i team di creazione di valore dell’azienda, coprendo la gestione del portafoglio, il finanziamento, la compensazione della gestione e la monetizzazione. Ed è attivo anche nel garantire all’azienda il suo impegno in temi di diversità, equità e inclusione.

Gli studi e la filontropia di Gerry Cardinale

Gerry Cardinale è anche attivo nella filantropia. È, infatti, amministratore del sistema sanitario del Monte Sinai a New York City, oltre a guidare uno dei comitati di selezione multistatali che assegnano proprio le Rhodes Scholarship. 

LEGGI ANCHE: “Perché i fondi di investimento puntano il calcio e la Serie A”

L’articolo Da Goldman Sachs agli investimenti nello sport: chi è Gerry Cardinale, il nuovo proprietario del Milan è tratto da Forbes Italia.

Leave a Reply