ATTUALITA'

Con i prodotti tipici dell’Alto Adige, sempre di buon umore, alla faccia del “Blue Monday”

con-i-prodotti-tipici-dell’alto-adige,-sempre-di-buon-umore,-alla-faccia-del-“blue-monday”

Altro che giorno più triste dell’anno (il terzo lunedì di gennaio, il “Blue Monday”), in Südtirol lo si affronta con i latticini a marchio Alto Adige e lo Speck Igp. Con i fuoriclasse del territorio

Altro che giorno più triste dell’anno (il terzo lunedì di gennaio, il “Blue Monday”), in Südtirol lo si affronta con i latticini a marchio Alto Adige e lo Speck Igp. Con i fuoriclasse del territorio

Secondo una tradizione anglosassone, giunta in Italia insieme ad Halloween, al Black Friday e al Cyber Monday, il terzo lunedì di gennaio (stavolta il 17), chiamato “Blue Monday”, dovrebbe essere il giorno più triste dell’anno. In Alto Adige, però, questa giornata si affronta con il sorriso, anche perché il blu è il colore che rimanda al cielo caratteristico che avvolge questa terra. E se davvero lunedì sarà il giorno ritenuto più triste dell’anno, la ricetta per ritrovare il sorriso è semplice: gustare il meglio del Südtirol

Alto Adige a tutta tavola - Foto Manuela Tessaro Sempre di buon umore con i prodotti tipici dell'Alto Adige

Alto Adige a tutta tavola – Foto Manuela Tessaro

Sapori per tutti i gusti

Qui il legame con i prodotti tipici è molto forte. C’è chi preferisce il gusto delicato dei formaggi freschi e chi i sapori decisi di quelli stagionati, chi ancora l’aroma leggermente affumicato e speziato dello Speck Alto Adige Igp. L’amore verso le materie prime, gli ingredienti di qualità, il territorio e la tradizione non si discute.

Mozzarelline Brimi

Bastano ingredienti semplici, aria pura e acqua cristallina per mettere di buon umore. Come nel caso delle Mozzarelline Brimi Latte Fieno, perfette per uno snack ma anche per un pranzo leggero e dal sapore genuino: sono a base di Latte Fieno 100% Alto Adige proveniente da masi d’alta quota dove le mucche si nutrono solo di erba fresca e fieno totalmente privi di ogm. 

Latte e formaggio: identità e territorio - Foto Marco Parisi Sempre di buon umore con i prodotti tipici dell'Alto Adige

Latte e formaggio: identità e territorio – Foto Marco Parisi

Lo yogurt Latteria Vipiteno e il formaggio Latteria Tre Cime

Agli amanti del gusto pieno e della cremosità, la Latteria Vipiteno propone lo yogurt Alpenyogurt vetro da latte fieno Sgt 150 g al gusto miele e melissa, senza glutine. Un latte purissimo, da cui nasce anche il Fenum mini latte fieno Sgt, un formaggio a pasta cremosa ma compatta dal sapore delicato e aromatico proveniente dalla Latteria Tre Cime in Alta Val Pusteria, ideale per impreziosire primi piatti o accompagnare taglieri da aperitivo con salumi, frutta fresca, miele e salse.

Yogurt Latteria Merano

A suggerire un abbinamento decisamente più esotico ci pensa invece Latteria Merano con il suo Yogurt intero da latte Fieno Sgt con mango e maracuja. Per gustare la bontà dell’Alto Adige, senza rinunciare al fascino di sapori insoliti. 

Un panorama articolato di sapori Sempre di buon umore con i prodotti tipici dell'Alto Adige

Un panorama articolato di sapori – Foto Manuela Tessaro

te

Latte Fieno Mila

Per una vera merenda altoatesina non può mancare il Latte Fieno “più giorni” intero Mila. Prodotto solo da mucche allevate con un’alimentazione 100% sostenibile e senza aggiunta di ogm, è un prodotto naturale che permette di proteggere la biodiversità delle erbe e dei pascoli alpini. 

Speck Alto Adige Igp

Sul fronte merenda salta, invece, la proposta vira sullo Speck Alto Adige Igp, un unicum nel panorama gastronomico italiano che deve il suo sapore tipico alla materia prima – vengono utilizzate solo le migliori cosce di maiale – ma anche al particolare metodo di produzione, quella combinazione tra speziatura, affumicatura leggera e stagionatura che in media occupa 22 settimane. Ogni ricetta dei 28 produttori consorziati dello Speck Alto Adige Igp è diversa, ed è ciò che fornisce allo Speck infinite sfumature di gusto. 

Speck Alto Adige Igp - Foto Alex Filz Sempre di buon umore con i prodotti tipici dell'Alto Adige

Speck Alto Adige Igp – Foto Alex Filz

Dal panino al piatto

Da provare, quindi, il Baunerntoast, il tipico panino altoatesino a base di pane di segale, burro, formaggio di malga e Speck Alto Adige Igp. Da gustare caldo con un ingrediente che darà un tocco in più: le mele Granny Smith dell’Alto Adige a fettine. Lo Speck Alto Adige Igp è un ingrediente da tutto pasto, dall’antipasto al secondo. C’è chi lo ama insieme alle castagne, in un primo piatto o in una saporita insalata di rucola.

Questione di taglio

Ad amplificarne il gusto, non solo gli abbinamenti culinari, ma anche quelli vinicoli – Gewürtztraminer in primis – e il tipo di taglio. C’è chi infatti preferisce assaporare lo Speck Alto Adige Igp sottilissimo, tagliato con l’affettatrice, e chi invece lo ama più spesso, tagliato come da tradizione al coltello, da accompagnare a formaggi stagionati, olive, frutta secca e un bicchiere di sidro di mele dell’Alto Adige o di Pinot Bianco. 

www.brimi.it

www.latteria-vipiteno.it

www.3zinnen.it

www.lattemerano.it

www.mila.it

www.speck.it

Leave a Reply