Senza categoria

Cisti Vaginali: cause, sintomi e complicanze.

cisti-vaginali:-cause,-sintomi-e-complicanze.

Cosa sono le cisti vaginali? Perché si formano? A quali sintomi portano e soprattutto a quali complicanze sono sottoposte le donne che ne sono affette?

Le cisti vaginali sono sacche chiuse di aria, fluido o pus situate sopra o sotto il rivestimento vaginale. Esistono diversi tipi di cisti vaginali. Questi possono essere causati da lesioni durante il parto, accumulo di liquidi nelle ghiandole o tumori benigni (non cancerosi) all’interno della vagina.

Le cisti in genere non causano alcun sintomo, ma a volte possono causare disagio con l’attività sessuale o l’inserimento di tamponi. Le cisti vaginali di solito rimangono piccole e spesso non richiedono cure. Tuttavia, diversi tipi di cisti possono ingrandirsi e causare dolore, prurito o un aumento del rischio di infezione.

Quali sono i tipi di cisti vaginali?

Esistono molti tipi di cisti vaginali. I tipi più comuni includono le cisti di inclusione vaginale, le cisti del dotto di Gartner e le cisti di Bartolini. I tumori benigni nella vagina possono assomigliare alle cisti.

Cisti da inclusione vaginale.

Le cisti da inclusione vaginale sono il tipo più comune di cisti vaginali. Questo tipo di cisti è causato da una lesione alla parete della vagina e può verificarsi durante il parto o dopo un intervento chirurgico

Le cisti del dotto di Gartner.

Il dotto di Gartner è un organo residuo nel bacino femminile dallo sviluppo fetale di una donna. A volte può accumulare liquido e successivamente svilupparsi in una cisti sulle pareti della vagina.

Cisti di Bartolini.

La ghiandola di Bartolini si trova vicino all’apertura della vagina sulle labbra vaginali (labbra). Se un lembo di pelle cresce su questa ghiandola, il fluido può risalire nella ghiandola e formare una cisti. Questa cisti è solitamente indolore. Se la cisti viene infettata, può diventare un ascesso.

Quali sono i sintomi delle cisti vaginali?

In genere non ci sono sintomi associati alle cisti vaginali. Potresti notare un piccolo nodulo che sporge dalla parete della vagina o provare dolore o fastidio durante il sesso o durante l’inserimento di un tampone.

Chiama il tuo medico se noti un nodulo all’interno della vagina o se sviluppi un rigonfiamento dalla vagina.

Come vengono diagnosticate le cisti vaginali?

Durante un esame pelvico di routine, il tuo ginecologo potrebbe sentire la massa sulla parete vaginale. Esamineranno la tua storia medica e ti chiederanno quali sintomi stai avendo. Il medico potrebbe anche suggerire ulteriori test per escludere altre condizioni.

I test possono includere:

  • una biopsia di un campione di tessuto dalla cisti per escludere la possibilità di cancro vaginale;
  • test sulle secrezioni dalla vagina o dalla cervice per determinare se è presente un’infezione a trasmissione sessuale (STI);
  • una risonanza magnetica, una TAC o un’ecografia per vedere immagini dettagliate della cisti.

Come vengono trattate le cisti vaginali?

Le cisti vaginali devono essere monitorate per la crescita o i cambiamenti nell’aspetto durante gli esami di routine. Se la cisti diventa più grande o causa sintomi gravi, il medico può raccomandare un intervento chirurgico per rimuovere la cisti. Se la cisti provoca un’infezione o un ascesso, il medico può prescriverle degli antibiotici.

Quali sono le complicazioni delle cisti vaginali?

Le complicanze dovute alle cisti vaginali sono rare. Tuttavia, le cisti possono crescere nel tempo, il che può portare a un aumento del dolore e del disagio e può anche aumentare il rischio di infezione. La chirurgia per rimuovere una cisti può comportare un rischio di infezione o altre complicazioni nel sito di escissione.

Leggi anche:

Cisti della Ghiandola di Bartolini: cosa sono e come si trattano.

L’articolo Cisti Vaginali: cause, sintomi e complicanze. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Leave a Reply