ATTUALITA'

Bologna, bimbo di 2 anni muore all’improvviso: nessuno dice ai genitori cosa è accaduto

bologna,-bimbo-di-2-anni-muore-all’improvviso:-nessuno-dice-ai-genitori-cosa-e-accaduto

Un bimbo di nemmeno due anni è morto a Bologna. Restano ignote le cause: nessuno sa spiegare ai genitori cosa è successo.

bologna muore bimbo

Si è conclusa nel migliore dei modi la vicenda del piccolo Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi sparito per due giorni da casa. Mentre è finita in tragedia per un altro bambino, Diego Geoviev, morto a nemmeno due anni lo scorso 18 giugno presso il Sant’Orsola di Bologna. E la tragedia è aggravata dal fatto che nessuno è ancora in grado di dare una spiegazione ai genitori. Diego era primogenito di una giovane coppia di origine bulgara, Angel e Vania, rispettivamente 35 e 31 anni, da tempo cittadini italiani. Il piccolo non aveva mai sofferto di alcuna patologia. Lunedì 14 giugno un po’ passata nel giro di poco. Ma mercoledì la febbre torna a salire, Diego comincia a tremare e allora i genitori lo portano dalla sua pediatra, che gli riscontra delle placche prescrivendogli un farmaco. Ma nel pomeriggio la temperatura continua a salire, oltre i 38 gradi e Diego inizia anche a vomitare. Da qui la decisione di mamma e papà di condurlo al Pronto Soccorso del Bufalini e quindi in Pediatria, dove, nonostante la somministrazione di un farmaco antiemetico, le crisi di vomito non cessano, tanto che si rende necessaria una flebo per reintegrare i liquidi.

Il giovedì mattina il bambino sembra stare  un po’ meglio, mangia anche qualcosa, ma quello stesso pomeriggio la situazione precipita: febbre sopra i 39 e pressione alle stelle. I medici temono il peggio e così si decide per il trasporto al Sant’Orsola. Tuttavia il piccolo parte per Bologna solo alle ore 11,30 – mentre il pediatra aveva avvisato i genitori già dalle primissime ore del mattino della gravità della situazione – e arriva in situazioni disperate. I  sanitari decidono di sottoporlo ad un intervento al cuore programmato per la sera stessa, ma alle 19,30 il piccolo muore.

Ora la procura di Bologna ha aperto un procedimento penale nei confronti di ignoti con l’ipotesi di omicidio colposo per la morte di Diego Georviev. Il dubbio dei genitori è che all’ospedale Bufalini, dove è stato ricoverato prima di un urgente trasporto all’ospedale Sant’Orsola di Bologna, non sia stato fatto il possibile per salvarlo. “Chiediamo di capire di cosa è morto nostro figlio.  Al Bufalini i medici brancolavano nel buio, e soprattutto perché non l’hanno condotto subito al Sant’Orsola. E’ stata una negligenza? Diversamente, sarebbe ancora vivo?” – chiedono i genitori straziati dal dolore. L’Asl Romagna dal canto suo informa che sta effettuando un’indagine interna sull’acaduto garantendo la massima trasparenza

Leave a Reply