Global

Battuta all’asta per €8,8 milioni la maglia della “Mano de Dios” di Maradona

battuta-all’asta-per-e8,8-milioni-la-maglia-della-“mano-de-dios”-di-maradona

Diego Armando Maradona scrive un altro record storico nel mondo dello sport. La sua maglia n.10 della nazionale Argentina dei Mondiali del 1986 (vinti proprio dall’Albiceleste), è stata battuta all’asta per 7,1 milioni di sterline, circa 8,8 milioni di euro da un acquirente rimasto anonimo. Superando così i 5,3 milioni di euro spesi nel 2019 per la casacca dei New York Yankees indossata dal campione di baseball Babe Ruth e diventando il cimelio sportivo più costoso venduto finora all’asta.

La storia della maglia di Diego Armando Maradona

Come reso noto dalla casa d’aste Sotheby’s, che ne ha verificato l’autenticità, la maglia è stata indossata da Diego Armando Maradona il 22 giugno 1986, giorno in cui il ‘Pibe de oro’ segnò due dei suoi gol più emblematici, durante i quarti di finale dei Mondiali del 1986 contro l’Inghilterra. Il primo è ormai riconosciuto con il soprannome de “La mano di Dio”, in quanto Maradona scavalcò il portiere avversario proprio con un tocco di mano – che non fu notato dall’arbitro -, mentre il secondo è quello che ancora adesso è considerato il gol più bello della storia del calcio. Ossia quello che il n.10 dell’Argentina realizzò dopo aver dribblato quasi tutta la nazionale inglese partendo dalla sua metà campo.

L’articolo Battuta all’asta per €8,8 milioni la maglia della “Mano de Dios” di Maradona è tratto da Forbes Italia.

Leave a Reply